05:52:14 Lunedì, 18 Novembre 2019

Le Isole Canarie vantano quasi 2.000 specie di piante diverse, 700 delle quali sono endemiche, e molte note forse solo agli appassionati di flora e fauna, sebbene la loro bellezza, le forme straordinarie e i colori brillanti siano presenti in tutta l’isola e possono essere ammirate da tutti.

Nelle zone montagnose, a più di 1000 m, si trova il Pinus Canariensis, che raggiunge i 60 m di altezza; un grande sempreverde dalla corteccia resinosa che gli permette di resistere agli incendi e di vivere per centinaia di anni. Gli aghi raggiungono anche i 15-30 cm di lunghezza. Il Phoenix Canariensis, una palma da dattero, cresce nelle regioni arbustive e semidesertiche. È una pianta essenzialmente ornamentale, sebbene una minima parte dei frutti prodotti sono edibili, anche se non ve ne sono abbastanza per essere presi in considerazione dal punto di vista commerciale. Una delle specie più insolite che cresce nelle Canarie è la Dracaena draco, una varietà di dracena; l’albero cresce molto lentamente e può avere tronco singolo o multiplo che raggiunge fino a 12 m di altezza, e un fogliame fitto che forma una sorta di ombrello. Ci impiega un decennio per crescere di appena un metro. Nelle Canarie se ne trovano molti splendidi esemplari, compresa la famosissima dracena di Tenerife, un esemplare antichissimo situato a Icod de los Vinos, nel nord dell’isola, che pare abbia più di mille anni di vita.

Uno degli abitanti più comuni della foresta laurissilva è l’Ilex Canariensis, un agrifoglio sempre verde noto anche come Ilex Cornuta, la cui corteccia pare abbia proprietà medicinali. Vi è poi l’Erysimum Scoparium, un arbusto endemico e legnoso con fiori rosa malva, e che cresce nelle aree più alte delle isole.

Geografia
Puerto de Mogán
Telde

Altra pianta endemica è l’Euphorbia Canariensis, una cactacea con rami rachitici e fiori rosso verde. Il bianco Tajinaste, Echium Decaisnei, è una varietà endemica di borragine con foglie lanceolate e minuscoli fiori bianchi, e prospera in terreni aridi e rocciosi. Le rocce basaltiche lungo la costa sono spesso coperte da un’altra specie endemica piuttosto unica, la carnosa Astydamia Latifolia, anche detta lattuga di mare, che fiorisce all’inizio della primavera, mentre l’Euphorbia Balsamifera, un’euforbia balsamica, si trova principalmente nei terreni semidesertici.

Questi sono solo alcuni esempi scelti a caso tra le numerosissime piante che crescono nei diversi microclimi dell’isola. Oltre alle specie endemiche, troverete un numero incalcolabile di specie importate da tutti gli angoli del mondo nel Jardín Botánico Viera y Clavijo, l’orto botanico di Tafira, vicino a Las Palmas e Cactualdea, un giardino di cactus situato a San Nicolás de Tolentino. Potrete trovare maggiori informazioni sul Jardín Botánico e Cactualdea visitando le sezioni “Cosa c’è da fare”, “Parchi acquatici e di divertimento” della nostra guida. Mentre visitate l’isola a vostro piacimento, osserverete un’ampia varietà di piante esotiche e coloratissime in tutta la loro bellezza, che crescono selvatiche nel loro ambiente naturale.

Santa Lucía de Tirajana
Jardín Botánico
Pico de las Nieves