20:24:59 Venerdì, 22 Novembre 2019

Mano a mano che ci si avvicina alla zona centrale montuosa di Gran Canaria, si impone una veduta spettacolare del massiccio centrale e delle sue imponenti vette, che avrete forse già visto da lontano. Strade scenografiche e strette si arrampicano superando minuscoli e incantevoli villaggi, piccoli campi terrazzati, altopiani, burroni profondi e rocce basaltiche dalle forme inconsuete. Durante il viaggio si ammira una vegetazione verdeggiante, subtropicale, che comprende frutta esotica e alberi di eucalipto, sostituiti poco a poco da pini, lecci, cespugli e arbusti ad altitudini maggiori.

Pico del Pozo de las Nieves, con i suoi 1.949 m, è la vetta più alta dell’isola di Gran Canaria ed anche il suo centro. La seconda in altezza è l’iconico Roque Nublo, 1.813 m, con in cima un dito di basalto che fuoriesce di 80 m circa, e il Roque Bentayga, 1.412 m. Le ultime due vette erano considerate un luogo sacro dai primi abitanti noti delle Isole Canarie, i Guanches, che lasciarono in questa zona molte iscrizioni, tracce di cerimonie e granaglie.

Attraversando il centro di Gran Canaria i visitatori scopriranno parchi archeologici che narrano le vite degli antenati degli abitanti dell’isola, e splendidi parchi naturali creati per proteggere i delicati ecosistemi di questi paesaggi unici.

In alto fa spesso freddo e vi è nebbia, con le nuvole che a volte nascondono le cime più alte; ma quando il tempo è bello si ammirano vedute mozzafiato e, se si è fortunati, si riescono a vedere le isole vicine di Lanzarote, Tenerife, La Gomera e La Palma.

Geografia
Artenara
Passeggiate

Consigliamo:
Portate abiti caldi poiché le nuvole e l’altitudine rendono questa parte dell’isola molto più fredda.