00:03:33 Venerdì, 24 Maggio 2019

È iniziato tutto quando alla famiglia Balser fu chiesto di prendersi cura di alcuni coccodrilli… ed ora la loro è la collezione più grande d’Europa. Dopo il successo di queste prime adozioni, la polizia che si occupa della salvaguardia dell’ambiente, la SEPRONA (Servicio de Protección de la Naturaleza de la Guardia Civil) ha affidato molti animali alle mani capaci della famiglia Balser.

Questi animali – che includono tra gli altri scimpanzè, diverse scimmie e uccelli – arrivano qui di solito in pessime condizioni di salute in seguito a maltrattamenti o perché confiscati da una nave cargo. Ma si riprendono sempre sotto le cure qualificate della famiglia.

E da qui ha avuto inizio il Parque de los Cocodrilos, l’unico giardino zoologico di Gran Canaria, che fu aperto al pubblico per la prima volta nel 1988.

Da allora la famiglia ha continuato ad aggiungere animali al parco, acquistandoli da proprietari privati e circhi, che vengono allevati in libertà all’interno del parco. Ad esempio, la grande famiglia delle tigri del Bengala che potrete ammirare qui, è stata allevata grazie alla cura della famiglia Balser.

Babu, uno dei babbuini che fu affidato a loro in passato, fu tenuto legato alla medesima catena che gli serrava il polso fino all’età di 8 anni. Ci vollero due operazioni e due mesi di cure per guarirlo e renderlo di nuovo felice.

Tra le numerose attrattive che troverete in questo parco zoologico inconsueto vi sono 300 coccodrilli, alcune specie di pesci tropicali, lo Spettacolo dei Pappagalli sull’Isola del Tesoro e un giardino di cactus.

Inoltre, il costo del biglietto di ingresso è impiegato per sostenere direttamente la manutenzione di questo parco in continua crescita e serve anche a pagare gli stipendi dei professionisti e di tutto il personale.

Orari di apertura: da domenica a venerdì, dalle 10.00 alle 17.00 (ultimo ingresso alle 16.00)

Ubicazione: Carretera Gral Los Coralillos – Agüimes

Guidare a Gran Canaria
Turismo
Agüimes